• Gut zu sehen, was schon geschafft ist. Besser zu wissen was noch vor uns liegt.
  • Präzision, perfektes Timing und der Blick für das Wesentliche.
  • Im richtigen Moment das Richtige tun. Das unterscheidet die Besten von den Guten.
  • Ziele erreichen mit einem zuverlässigen Partner an der Seite.

Newsletter: Italian

Ausgabe
Inhalt
4. Quartal 2018
Italian Desk News 1/2018 - Novità e prassi del diritto delle imprese

Export in Germania: La riserva di proprietà come principale strumento di garanzia del credito.

In Germania, i fornitori di merci sono soliti tutelarsi contro il rischio del mancato pagamento o d’insolvibilità del compratore, pattuendo una clausola di riserva della proprietà del bene venduto fino all’integrale pagamento del prezzo. La clausola di riserva di proprietà – ovvero di riservato dominio (in tedesco “Eigentumsvorbehalt”) – è infatti una delle clausole standard più importanti e più frequenti nelle condizioni di vendita applicate dai fornitori tedeschi. L’uso di tale clausola, redatta secondo i dettami e gli usi tedeschi, è vivamente consigliata anche ai fornitori italiani che esportano i loro prodotti in Germania. Ecco un esempio molto succinto di clausola di riserva di proprietà (che, tuttavia, necessita di essere riveduta in ogni singolo caso).

1. Quartal 2017
Italian Desk News 2/2017 - Il bilancio d’esercizio delle s.r.l. di diritto tedesco (GmbH)

L’Unione Europea ha comportato una sempre crescente armonizzazione legale in campo economico. Ciononostante permangono ad oggi delle significative differenze sostanziali tra il diritto italiano e il diritto tedesco per quanto concerne la redazione, approvazione e pubblicazione del bilancio di esercizio delle società di capitali. Ciò è particolarmente evidente se si osservano i termini per la redazione del bilancio, l’iter procedurale per la sua approvazione e le sanzioni previste in caso di scorretta redazione o pubblicazione del bilancio di esercizio. La seguente nota illustra sinteticamente la normativa tedesca in materia. La nota non terrà conto della specifica disciplina dettata per alcune società particolari, come p.e. banche e intermediari finanziari, imprese di assicurazione, società d’investimenti e società quotate in borsa o cogestite.

1. Quartal 2017
Italian Desk News 1/2017 - Sfruttare opportunità economiche in Germania: Guida agli appalti pubblici

La capacità di attrarre clienti stranieri non è l’unica sfida per quegli imprenditori che cercano di espandere il loro business all’estero e, in particolare, in Germania. È infatti opportuno considerare che, qualora il valore stimato di una commessa della pubblica amministrazione o di aziende municipali superi una determinata soglia, tali commesse debbono essere oggetto di un appalto pubblico bandito a livello europeo: ciò consente alle aziende italiane di sfruttare delle importanti opportunità. Siamo quindi lieti di illustrarVi le novità introdotte dalla riforma del 2016 del diritto tedesco degli appalti pubblici e di fornirVi le informazioni più rilevanti per partecipare con successo ad una procedura di appalto in Germania.

3. Quartal 2016
Italian Desk News 7/2016 - L’utilizzo del contrassegno „Made in Germany“

L’indicazione del paese di origine è considerato in molti settori commerciali un indice di particolare qualità dei prodotti. Come per il „Made in Italy” in certi campi, anche l’indicazione „Made in Germany” è sinonimo di alta qualità, ma in relazione ad altre classi di prodotti. Non esiste però alcuna istituzione, cui spetti il compito di attribuire tale contrassegno prima dell’apposizione sul prodotto. Ne deriva che anche un’impresa straniera potrebbe pubblicizzare i suoi prodotti sotto la denominazione „Made in Germany”. Affinché ciò sia lecito, è però necessario che siano rispettate diverse condizioni: il „Made in Germany” è infatti protetto da una serie di norme a livello nazionale ed internazionale. È dunque opportuno prendere in esame tali norme ed individuare i presupposti in presenza dei quali il contrassegno „Made in Germany” possa essere utilizzato senza incorrere in sanzioni.

1. Quartal 2016
Italian Desk News 1/2016 - Il salario minimo legale in Germania – anche per datori di lavoro italiani?

In Germania da poco più di un'anno vige per la prima volta un salario minimo stabilito per legge. Il salario minimo è disciplinato nella legge sulla disciplina del salario minimo (MiLoG) ed in altre disposizioni legislative. Questa nuova disciplina ha posto una serie di quesiti fin dall’inizio, in particolare anche con riferimento alla sua applicabilità nei confronti di lavoratori stranieri. Quali effetti dispiega tale disciplina nei confronti di un datore di lavoro italiano che vuole impiegare i suoi dipendenti temporaneamente in Germania?